Glossario

 

Biopsia

«Biopsia» è il termine tecnico impiegato in medicina per descrivere il prelievo di una porzione di tessuto da un organo. Viene eseguita per ottenere informazioni precise riguardo al tessuto di una certa parte del corpo. Questo consente al medico di fare una diagnosi affidabile e, se necessario, di definire il trattamento appropriato. Una biopsia del seno viene chiamata biopsia mammaria. Attualmente, esistono varie procedure che normalmente consentono di evitare un atto chirurgico per il prelievo di tessuto. Durante una biopsia di tipo «agoaspirato» si utilizzano piccoli aghi per rimuovere il campione di tessuto. La zona in cui avviene la puntura di solito guarisce senza lasciare cicatrici. Durante la biopsia «chirurgica» un ago cavo viene introdotto nel tessuto. L’interno dell’ago è sottovuoto e il tessuto sospetto viene prelevato tramite aspirazione. Questo prelievo lascia una piccola cicatrice. Entrambi i metodi vengono eseguiti in anestesia locale in modo tale che la biopsia sia generalmente indolore.

Esame di follow-up

Dopo la diagnosi di un fibroadenoma: una volta che la diagnosi di fibroadenoma viene confermata, sono richiesti regolari esami di follow-up in forma di autoesame nonché visite eseguite da un medico, durante le quali verrà monitorata la crescita del fibroadenoma. Inizialmente, questi esami verranno eseguiti a brevi intervalli. Se, durante questo periodo, il fibroadenoma non cresce più, gli intervalli tra un esame e l’altro saranno più lunghi.

Diagnosi precoce di cancro al seno: dall’età di 20 anni, è doveroso che, una volta all’anno, una donna si sottoponga ad uno screening per il cancro al seno eseguito da parte del proprio ginecologo. L’esame non previene lo sviluppo di malattie cancerogene ma, in questo modo, le evoluzioni della malattia sono di solito diagnosticate precocemente e le possibilità di guarigione sono quindi notevolmente maggiori. Durante l’esame di follow-up, oltre alla cervice, vengono esaminati anche i seni, per verificare la presenza di alterazioni patologiche del tessuto. Il medico palperà il seno e le ascelle e, se necessario, eseguirà anche un’indagine ecografica. Un esame annuale non è sufficiente per lo screening del cancro al seno, così è necessario esaminare il seno da soli, indicativamente una volta al mese, utilizzando le proprie mani. Il suo ginecologo le darà istruzioni su come eseguire questa procedura (vedi anche autoesame). Una mammografia è raccomandata a partire dall’età di 50 anni. Si tratta di un esame radiografico del seno. Questo esame viene raramente eseguito nelle donne più giovani dal momento che le alterazioni patologiche nel tessuto mammario compatto non possono essere identificate in modo chiaro mediante mammografia.

Mininvasiva

Con il termine «mininvasiva» si intende, in medicina, un procedimento attraverso il quale dispositivi o cateteri vengono introdotti nel corpo in misura ridotta rispetto a un intervento chirurgico. Queste procedure causano traumi inferiori alla pelle e ai tessuti molli rispetto alla chirurgia convenzionale.

Non invasiva

Come “mininvasiva”, anche “non invasiva” è un termine medico che descrive il grado d’intrusività di una procedura. Durante una procedura non invasiva, i dispositivi o i cateteri non vengono assolutamente introdotti nel corpo. Un esempio di procedura non invasiva potrebbe essere rappresentata da una normale indagine ecografica o dall’ecoterapia

Indagine ecografica

Un’indagine ecografica – chiamata anche ecografia – è una procedura non invasiva, frequentemente utilizzata per le diagnosi iniziali di malattie. Durante questa procedura, alcune regioni del corpo vengono rappresentate su un monitor sotto forma di immagine visibile utilizzando onde ultrasoniche. Una sonda viene spostata lungo la pelle, sopra la zona del corpo da esaminare, ed emette onde ultrasoniche. Le onde ultrasoniche, che vengono riflesse dal corpo del paziente, vengono convertite in impulsi elettrici, intensificate e, infine, mostrate su uno schermo. In questo modo è possibile ottenere una rappresentazione spaziale della forma, dimensione e struttura di certi tessuti e organi del corpo. Dal momento che non vengono emessi raggi pericolosi, l’indagine ecografica non è associata a dolore o a qualsiasi rischio in termini di radiazioni.  

 

 

Copyright © 2017 ECHOTHERAPIE.COM. All rights reserved - Legal mentions - Contatti - Glossario   /  Unisciti alla community Ecoterapia su Facebook